Voci laterali
Sapzio Soci_lan
 
titolo III Pilastro

III PILASTRO REGOLAMENTO UE N.575 2013




Informativa al Pubblico

Nell’anno 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina prudenziale per le banche e per le imprese di investimento contenuta nel Regolamento (UE), n. 575/2013, c.d. CRR, contenente riferimenti direttamente applicabili all’interno di ciascuno stato membro e nella Direttiva 2013/36/UE, c.d. CRD IV, che hanno trasposto nell’ordinamento dell’Unione Europea gli standard definiti dal Comitato di Basilea per la Vigilanza Bancaria, il c.d. framework di Basilea 3.
La nuova normativa si basa su tre Pilastri:

  • il primo pilastro attribuisce rilevanza alla misurazione dei rischi e del patrimonio, prevedendo il rispetto di requisiti patrimoniali per fronteggiare le principali tipologie di rischio dell’attività bancaria e finanziaria;
  • il secondo pilastro richiede agli intermediari di dotarsi di una strategia e di un processo di controllo dell’adeguatezza patrimoniale;
  • il terzo pilastro prevede specifici obblighi di informativa al pubblico riguardanti l’adeguatezza patrimoniale, l’esposizione ai rischi e le caratteristiche generali dei relativi sistemi di gestione, misurazione e controllo.

 

 
CSS EXTRA